Quella dei Centurioni deve essere una maledizione alla quale non è possibile sottrarsi. Loro si definiscono pomposamente figuranti, ma in realtà sono portatori di degrado con le loro corazze di plastica e le daghe in legno verniciato.

Invadenti, insistenti e prepotenti trasformano i più bei luoghi di Roma, sognati da milioni di persone nel mondo, in un set cinematografico talmente brutto da non meritare di essere classificato degno per un B movie.

Centinaia di video e testimonianze hanno documentato che i centurioni sono aggressivi, spesso disturbano i turisti, non di rado li costringono a pagare cifre esorbitanti per inutili foto vicino ai monumenti e in alcuni casi molestano le ragazze straniere toccandole.

Degrado e figuracce intercontinentali

Non bastava che l’area circostante il Colosseo fosse già stata trasformata dallo scienziato Ignazio Marino in un ignobile suk terzomondista, ci voleva pure il ritorno dei centurioni in versione artisti di strada con le loro aggressioni.

Una che ha fatto il giro del mondo è avvenuta il 27 febbraio 2017, a danno del turista olandese Psyko Punkz, un famoso dj internazionale in viaggio a Roma che ha postato il video dell’evento sulla sua seguitissima pagina Facebook.

Un’altra figuraccia mondiale grazie ai centurioni, la città di Roma la ha collezionata con la tv rumena Kanal D, la cui troupe è stata maltrattata al rifiuto di pagare 100 euro. Una tangente pretesa per aver ripreso l’Anfiteatro Flavio.

La scena ripresa dalle telecamere ha dell’incredibile: i centurioni sfilano dalle mani del giornalista Christian Sabbagh il suo portafogli e si rifiutano di restituirlo. Iniziano quindi le prime minacce, volano parole grosse e la videocamera dell’operatore viene colpita più volte. Per concludere in maniera trionfale, c’è anche l’esibizione delle parti intime da parte di un esagitato centurione. Guarda il video

Roma è una cosa, Cinecittà un’altra

Fare il figurante è un lavoro che merita rispetto, se fatto sui set cinematografici o negli studi televisivi, non certo per le strade di Roma indossando improbabili costumi da centurione proprio nella culla della civiltà latina.  Roma e la sua storia non sono una buffonata.

L’asino è caduto sul regolamento

 Senza effetto  l’editto comunale che vietava «qualsiasi attività che prevede la disponibilità di essere ritratto come soggetto in abbigliamento storico, in fotografie o filmati, dietro corrispettivo in denaro». A rimettere in circolazione i centurioni e, con l’occasione, pure i risciò è stato il Tar che ha sospeso l’ordinanza di divieto di Virginia Raggi sancendola come un “Divieto senza senso se non c`è un regolamento”.

Proprio sul regolamento è cascato l’asino, cioè la Raggi.  Infatti, il Tribunale amministrativo ha sancito che non esistono i requisiti di urgenza e che la materia va regolamentata. La Giunta 5Stelle  ha dichiarato di essere al lavoro, anche se il Tar ha detto per iscritto che non ci crede: «dall’istruttoria è emerso come l’iter di approvazione della regolamentazione non sia stato nemmeno avviato».

Che non sia vero che il regolamento è in fase di realizzazione, potrebbe essere l’ennesima bugia che ci arriva dalle labbra della Raggi, ma fingiamo di crederle.

Siamo dunque certi che, come al solito e sempre che non si dimetta un’altra decina di assessori, il prodotto sarà un capolavoro (sic). Il problema è che per completarlo e approvarlo serviranno molti mesi e nel frattempo Roma sarà di nuovo presa d’assalto dai centurioni. Per avere una idea fel loro comportamento e del rispetto delle autorità, guarda il video della rissa tra Centurioni e Vigili Urbani al Colosseo.

La proposta di Roma Attiva

La posizione di Roma Attiva è chiara e trasparente: non si tratta di regolamentare un lavoro inventato, ma di vietare una vergogna una volta per tutte.

I centurioni devono sparire da tutta Roma, punto e basta.

Se i figuranti, o pseudo artisti, sono veramente appassionati alle rappresentazioni in costume, si iscrivano all’ufficio di collocamento dello spettacolo e si trovino un lavoro vero.

I romani non possono essere ostaggi dei Centurioni
Condividi:

Commenti

comments

Tag:         

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.