Linda Meleo, assessore alla im-mobilità

L’assessore alla im-mobilità Linda Meleo ha condotto una diretta su Facebook per illustrare le sue idee sul futuro della circolazione a Roma. È stato meglio di una puntata di Zelig, in perfetta linea con lo stile di Virginia Raggi. Così mentre il traffico paralizza Roma e le buche ricordano il suolo marziano, la Meleo si è sperticata in una lunghissima sequela di: «Potete stare tranquilli» insieme a «ci stiamo lavorando».
Linda Meleo non ha poi resistito e si è lanciata nel fare profezie: «a settembre 2017 la stazione San Giovanni della metro C sarà messa in funzione», così «la linea C si collegherà con la A per avere il collegamento con il centro della città».
Ma non basta, perché tra i miracoli promessi c’è anche quello di far arrivare la metropolitana a Bufalotta: «Stiamo recuperando tutti i progetti ed è assolutamente intenzione di questa amministrazione portare questa linea fino a Bufalotta e questo attraverso anche forme alternative, non necessariamente una metro pesante». Insomma la metro ci arriverà, ma non proprio; chissà quale colpo di genio avrà in serbo l’assessore grillino.
Deve essere una magia quella che i Fori Imperiali esercitano su chi siede in Campidoglio, poiché dopo la devastazione dell’intera zona per colpa di Ignazio Marino, ora potrebbe arrivare un’altra novità a cinque stelle: «Credo che le tramvie in città debbano essere intensificate recuperando tutti i tracciati esistenti e potenziandoli per poi introdurre nuove linee. Una linea – ha aggiunto Linda Meleo – che sicuramente sarà realizzata è quella che andrà da piazza Vittorio fino a via dei Fori Imperiali. Contiamo di unire questa parte della città».
Non paga di tanti annunci, l’assessore che evidentemente ama la fantascienza, ne ha fatto un altro mutuato da Star Trek: «Sostituiremo l’attuale biglietto in filigrana degli autobus con uno a nuova tecnologia che si autodistruggerà nel suo codice identificativo all’entrata in metropolitana. Questo significa che il problema dei biglietti falsi scomparirà completamente. Si tratta di un passo molto importante per l’azienda, perché così elimineremo le perdite di Atac e anche la possibilità di fare i furbi».
I grillini sono fantasiosi, credono nelle sirene e nelle scie chimiche, così le dichiarazioni dell’assessore alla im- mobilità Linda Meleo sono la naturale continuazione del loro personale libro dei sogni. Ai romani, invece, le fantasie non interessano perché amano le cose semplici, tipo vedere aggiustati gli autobus rotti e chiuse le buche. Ecco cara Meleo, si occupi di questo, per il resto la fantasia non ha limiti.

Con Linda Meleo finiremo per andare a piedi
Condividi:

Commenti

comments

Tag:                     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.